Green Pass sul lavoro: i risultati del sondaggio

Un paio di settimane fa abbiamo pubblicato un sondaggio al fine di raccogliere i dati in merito all’applicazione del Green Pass sui luoghi di lavoro. Ricordiamo che l’obbligo di verifica del Green Pass partirà dal 15 ottobre.

I risultati del sondaggio

In pochi giorni il sondaggio ha raccolto ben 451 risposte! La maggior parte, con un 73%, sono stati lavoratori, seguiti al 22% dai datori di lavoro ed una minima parte finale da consulenti esterni, ovvero freelance e consulenti aziendali.

Indubbiamente un dato importantissimo è stato invece investigare quanti si sono espressi a favore del green pass. Le risposte hanno evidenziato molta incertezza; infatti il 48% ha dichiarato di “non essere favorevole al green pass nei luoghi di lavoro”, mentre il 44,6% ritiene essere a favore. Una parte minima di indecisi e un 5% convinti che il GP andrebbe differenziatosi in base al luogo di lavoro.

Green Pass sul lavoro: facciamo chiarezza

Sono quindi i datori di lavoro ad essere tenuti a verificare il rispetto delle prescrizioni. I controlli saranno effettuati preferibilmente all’accesso ai luoghi di lavoro e, nel caso, anche a campione.

Come indicato ad inizio articolo la gestione del GP prevederà quindi la verifica del certificato verde a TUTTI i lavoratori (dove per lavoratori sono inclusi tutti i soggetti che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa o di formazione o di volontariato anche sulla base di contratti esterni.).

Per chiarezza ricordiamo che la lettura del GP evidenzia esclusivamente se la certificazione è valida oppure no, non rilevandone quindi l’evento sanitario che ha generato la certificazione.

La gestione della verifica sarà di per se “semplice”, ma impone alle aziende due passaggi importanti:

  1. Definire, attraverso una procedura, le modalità di verifica del GP ai propri lavoratori
  2. La designazione, tramite atto formale, dei soggetti autorizzati alla verifica

Cosa consigliamo di fare?

Effettuare già un’ora un analisi in previsione dell’applicazione del Green Pass potrà aiutarvi a capire come gestire al meglio questa importante novità, seguendo questi 3 passaggi chiave:

  1. Informare i lavoratori dell’obbligo del GP  (tramite informative e comunicazioni)
  2. Capire come gestire le modalità di verifica del GP: analizzare quindi, sulla base del tipo di azienda, chi, come e quando, controllerà il Green Pass 
  3. Cominciare, già ora, a chiedersi quali azioni correttive introdurre in caso di assenze di uno o più lavoratori (cosa facciamo se uno o più lavoratori non potranno lavorare?

I documenti necessari

Come con in protocollo Covid19 (clicca qui) abbiamo elaborato una gestione dei documenti relativi al GP. Il nostro “Gestione flusso documenti, procedure e comunicazioni Green Pass” riassume tutti gli documenti di cui le aziende dovranno dotarsi dal 15 ottobre 2021.

Per informazioni sull’applicazione del Green Pass nei luoghi di lavoro:

    Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy