Quali documenti vengono richiesti a seguito di infortunio sul lavoro?

L’analisi e l’interpretazione della possibile documentazione richiesta alle aziende ci porta oggi a trattare il tema principe di tutti i verbali di verifica: l’accertamento del Uopsal a seguito di infortunio sul lavoro.

Anche in questo caso pubblichiamo, soprattutto per i datori di lavoro che seguono il nostro sito, copia di un verbale di acquisizione documentazione di recente richiesta.

Partendo dal presupposto che tutti i punti elencati nel verbale sono importanti, abbiamo volutamente scelto di indicare con una freccia rossa quelli che appaiono più significativi in merito alla sicurezza sul lavoro ed agli adempimenti normativi che ne conseguono.

Clicca per ingrandire

Verbale pagina 1

Verbale pagina 1

– Eventuali deleghe in materia di sicurezza: ci si riferisce alla delega di funzione prevista dall’art. 16 del D.Lgs 81/2008, con la quale il DL può delegare determinati compiti a persona a lui sottoposta.

– Disposizioni e comunicazioni portate a conoscenza del lavoratore in materia di procedure antinfortunistiche aziendali.

– Documentazione ed attestati inerente la formazione del lavoratore infortunato e corsi preposti: ci si riferisce quindi ai corsi accordo stato regione per lavoratori ed a quelli per preposti (ricordando che i preposti devono frequentare un corso aggiuntivo di 8 ore).

– Documento di Valutazione dei Rischi: documento importantissimo soprattutto per la parte di valutazione in merito all’infortunio accorso. Tale documento dovrà quindi essere redatto nella maniera più completa e professionale possibile.

Clicca per ingrandire

Verbale pagina 2

Verbale pagina 2

– Documentazione riguardante la macchina/attrezzatura sulla quale è avvenuto l’infortunio: libretto di manutenzione, certificazione di conformità, programmazione delle verifiche. Un punto solitamente “dolente” soprattutto per le attrezzature di vecchia data, per le quali molte volte risulta difficile reperire la documentazione.

– Nomina Rspp aziendale: la nomina e i corsi di formazione del Rspp aziendale.

– Verbali di consegna dei Dpi al lavoratore.

Data la mole di documentazione da fornire, in questo caso è stato fissato come termine il 24/04/2015, data nella quale gli ispettori hanno effettuato un’ulteriore visita aziendale al fine di:

– Reperire tutta la documentazione indicata nei punti (tranne il DVR che era stato preventivamente inviato tramite email in formato elettronico).

– Effettuare ulteriori verifiche in merito alla macchina sui cui il lavoratore subì l’infortunio.

Per il momento ci sembra giusto terminare l’articolo informando i lettori che le verifiche effettuate dal Uopsal prevederanno anche la raccolta di informazioni direttamente dal preposto e dal lavoratore infortunato. Questa fase non è ancora stata eseguita e per tale motivo ci riserviamo la facoltà di aspettare il realizzarsi di tale situazione per poter continuare a trattare la vicenda nei prossimi articoli.

Concludiamo con una considerazione assolutamente vera e incontrovertibile: molto spesso la sicurezza sul lavoro, dalla parte imprenditoriale, viene percepita in maniera difficile e lontana, soprattutto se nell’azienda non si verificano eventi lesivi importanti. Tale situazione non deve però far venir meno la reale necessità di tutela del Datore di Lavoro, il quale risponde in prima persona nel caso di infortuni o malattie professionali.