La riunione periodica vale come momento formativo del personale?

Si lo ammettiamo, la domanda sembra proprio senza senso. Eppure se l’abbiamo posta un valido motivo c’è: abbiamo scoperto che esistono “colleghi” che ritengono la riunione periodica (art. 35) un qualcosa di obbligatorio a livello formativo (ma a patto che l’azienda abbia effettivamente più di 15 lavoratori).

Non ci avete ancora capito nulla?

Bene, perché siamo in due. O per lo meno facevamo difficoltà pure noi a decifrare le richieste di un potenziale cliente, che ci ha telefonato per capire una cosa estremamente banale: ma quando devo fare i corsi di formazione? Mancava un tassello al puzzle, tassello scoperto durante il sopralluogo odierno, che per dovere di cronaca pubblichiamo in tutta la sua reale originalità degna della rubrica “I Nuovi Mostri” di Striscia la Notizia:

Chiariamo subito una cosa: non esiste nessuna riunione periodica della formazione

La grandissima confusione in questo caso sta nel confondere la riunione periodica prevista nelle aziende con più di 15 lavoratori (clicca qui per il video) con una fantomatica riunione periodica formativa (inesistente a livello normativo).

Inoltre le riunioni per la formazione del personale sono sicuramente una cosa buona e giusta, ma è doveroso rifarsi agli adempimenti formativi degli accordi stato regioni sulla formazione.

Cosa prevedono gli accordi stato regioni?

Abbiamo scritto e parlato molto di cosa prevedono gli accordi, dedicando anche una serie di video formativi:

Il corso va aggiornato!

Un altro grosso problema è ritenere che la formazione non abbiamo un obbligo di aggiornamento. Nella risposta del consulente si allude che la riunione informativa del 2013 sia sufficiente per adempiere agli obblighi di formazione.

La formazione segue un aggiornamento quinquennale pari a minimo 6 ore:

Formazione = Attestati

Al termine della formazione l’ente organizzatore dovrà emettere gli attestati, i cui contenuti minimi sono ben specificati dagli accordi:

Il programma formativo

Non da ultimo sarà importante definire il programma formativo del corso, che conterrà gli aborrimenti trattati:

In conclusione…

Nessuno, ne tantomeno noi, facciamo sempre giusto. Anzi, il confronto è l’unica vera alternativa alla non conoscenza. Per questo motivo abbiamo deciso di dedicare questo articolo a tematiche che credevamo essere ormai ovvie, ma che però risultano ancora poco chiare ad aziende ed alcuni consulenti.

 

Per informazioni e consulenza sicurezza sul lavoro:

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy